Guarda con me i miei demoni

Ieri durante una seduta, un paziente che conosco ormai da qualche anno mi ha “regalato” questa bellissima canzone, a suggellare un percorso molto intenso fatto insieme.

Imagine Dragons – Demons

 

Con il suo consenso, ho pensato di “regalare” questa canzone a tutti, perchè rivela il vero significato di una psicoterapia.

“voglio nasconderti la verità, voglio tenerti al sicuro, ma con la bestia dentro di me non c’è nessun posto in cui potersi nascondere…”

Quante volte abbiamo sentito la presenza di una parte “oscura” di noi stessi, quante volte facciamo fatica a guardare ciò che di noi ci spaventa?

Ci affanniamo a nascondere le nostre zone d’ombra al partner, alle persone care…ripetendoci che lo stiamo facendo per proteggerle…mentre invece stiamo cercando solo di evitare il confronto con ciò che di noi temiamo…del resto, se siamo i primi a rifiutarci, come potrebbero accettarci gli altri?

E allora diventiamo abili equilibristi, nel tenere in piedi ciò che ci pesa, ci spaventa e non abbiamo il coraggio di gestire…ma volte basta un granello di polvere in più da sostenere, e quello che credevamo di avere costruito crolla, rivelando proprio le nostre parti scomode…..e a quel punto si soffre, si sprofonda in un buio cupo, si perde la propria identità.

“questa è la tua apocalisse…la tua sceneggiata ti rinfaccia il caos che hai provocato…”

Ci ritroviamo nudi con le nostre debolezze, di fronte a noi stessi e agli altri, come un cumulo di macerie.

“non voglio deluderti, ma sono incatenato alla mia oscurità…”

Non è più possibile nascondere la verità, chi davvero siamo, la nostra essenza. E guardarsi allo specchio fa male.

Spesso però, quando cala il sipario sul nostro autoinganno, ci si trova al vero punto di svolta del percorso terapeutico…

è possibile finalmente smettere di fingere, abbassare le difese di fronte a qualcuno, mostrarci con le nostre parti più scomode, quelle che abbiamo nascosto da sempre per paura di essere giudicati, e condannati.

“quando mi stai accanto, guardami dritto negli occhi: è li che si nascondono i miei demoni”

E’ qui che avviene il cambiamento…quando possiamo guardarci attraverso gli occhi non giudicanti, accoglienti, amorevoli di qualcun altro, facciamo esperienza di una profonda accettazione, quella che cercavamo da una vita intera…quella che ci permette di stare di fronte al nostro “buio” senza scappare, e di abbracciare e amare noi stessi nella nostra interezza.

Quando ci amiamo, ci accettiamo, ci perdoniamo, allora ha inizio la vera trasformazione.

Come diceva Carl Rogers…  “Esiste un curioso paradosso: quando mi accetto cosi come sono, allora posso cambiare”

 

Grazie a M. che mi ha permesso questa bellissima condivisione,

e grazie a tutti coloro che mi scelgono ogni giorno per “farsi guardare”.

 

Condividi

Lascia un commento

WhatsApp us whatsapp